App Android

Amazon alexa app: come funziona e a cose serve

Amazon alexa app come funziona e a cose serve
Se ti è piaciuto l'articolo condividilo!
TwitterFacebookPin It

Oggi più che mai si sente parlare di Amazon Alexa. Ma cos’è nello specifico? Come funziona e soprattutto a cosa serve?

Questo e molto altro lo potrai scoprire in questo utile post.

Amazon alexa app: come funziona e a cose serve

Amazon Alexa cos’è?

Si tratta di un assistente vocale digitale simile a quello utilizzato dagli smartphone. Sicuramente avrai sentito parlare di Bixby di Samsung, Siri di Apple, oppure Google Assistant di Android.

Quando parliamo di Amazon Alexa ci riferiamo ad una forma di intelligenza artificiale che non ha nulla a che fare con gli smartphone, bensì con gli oggetti di casa.

Immagina un giorno di svegliarti in un mondo tutto automatizzato: luci che si accendono ad un determinato orario, la temperatura impostata ad ogni singola stanza per avere il massimo comfort, una voce che annuncia come sarà il tempo quest’oggi, insomma sembra un’utopia ma in realtà non è così.

Basta munirsi dell’assistente virtuale giusto e il gioco è fatto!

Amazon Alexa al giorno d’oggi rappresenta la migliore soluzione che si possa prendere in considerazione per poter ottenere tutto questo.

Per far funzionare questo assistente vocale digitale è necessario attivare la connessione ad internet; una volta che Amazon Alexa è connessa ad una rete wifi potrà rispondere ad ogni tuo comando.

Amazon Alexa: come funziona e a cosa serve?

Sono tante le cose che si possono fare grazie ad Amazon Alexa. Basta pronunciare a voce normale ciò di cui si necessita ed ecco che l’assistente virtuale eseguirà ogni singolo comando.

Vediamo nello specifico cosa è in grado di fare con il solo “potere” della nostra voce:

  • Riprodurre musica;
  • Informarti sulle condizioni climatiche;
  • Informarti sul traffico;
  • Può interagire direttamente con te;
  • Fare ricerche e ottenere le informazioni che stavi cercando;
  • Creare allarmi;
  • Effettuare chiamate;
  • Leggere le news;
  • Comandare i punti luce;
  • Comandare le prese elettriche;
  • Alzare e abbassare le tapparelle;
  • Impostare la temperatura dell’appartamento;
  • Accendere il forno
  • e molto altro…

Sono presenti delle skills con funzioni aggiuntive. Grazie ad esse sarà possibile avere a disposizione il catalogo della canzoni di Spotify, informazioni inerenti lo sport, il proprio conto corrente, accesso a impostazione di calendari, guide per esercizi di respirazione o ginnici.

Per poter avere queste skills è doveroso scaricarle e poi installarle sullo smartphone che a sua volta le trasferirà su Amazon Echo.

Amazon Alexa per l’automazione domestica

Amazon Alexa, come già anticipato,può anche essere utilizzato per l’automazione domestica in maniera tale da rendere gli “affari di casa” più semplici e veloci da eseguire. Pertanto sarà possibile regolare la temperatura grazie ad un termostato intelligente, collegarsi alle centraline per l’impianto di sicurezza o accendere e spegnere le luci smart.

Amazon Alexa app

Partiamo col dire che Amazon Alexa app, ovvero l’applicazione grazie alla quale potremo comandare Amazon Echo, è disponibile al download gratuito anche all’interno di Amazon App Store oltre che al Google Store per i dispositivi Android e all’Apple Store per i dispositivi Apple iOS. L’installazione e la configurazione sono molto semplici e veloci da eseguire. Ma attenzione, prima di scaricare l’app ufficiale Alexa, è necessario avere Amazon Echo per poter utilizzare l’assistente vocale e la sua intelligenza artificiale “di ultima generazione”.

In Italia sono disponibili i dispositivi Echo, Echo Dot, Echo Plus ed Echo Spot.

Una volta installata l’applicazione, per poter configurare il tutto occorre avere a disposizione un account Amazon, configurarlo e poi finalmente sarà possibile utilizzare Amazon Alexa.

Ma attenzione, bisogna dare altresì le autorizzazioni necessarie e confermare la propria identità con il codice di verifica. A questo punto il dispositivo è pronto per poter essere usato.

A volte sembra più difficile a dirsi che a farsi, infatti le operazioni appena illustrate sono molto semplici da eseguire e anche per chi è alle prime armi non sarà difficile procedere con quanto detto in precedenza.

Quando utilizziamo Amazon Echo non c’è bisogno di utilizzare lo smartphone in quanto il controllo dell’assistente si può avere utilizzando solo la nostra voce. Non dobbiamo toccarlo con mano perché farà tutto da solo. Una volta riconosciuto il comando lo trasmetterà al cloud mediante la connessione wifi per poi eseguire l’operazione richiesta.

Il problema della privacy

Non sono pochi gli utenti che hanno espresso qualche titubanza in merito a questo assistente virtuale. Amazon Echo è infatti caratterizzato da diversi microfoni sempre attivi ed è chiaro che molte persone potrebbero esprimere preoccupazioni per la propria privacy.

Tuttavia precisiamo che, secondo quanto detto dal colosso americano Amazon, nessun audio viene memorizzato per poi essere trasmesso al cloud. I dispositivi Echo infatti sono stati progettati per rilevare soltanto la parola di attivazione che viene scelta dall’utente e solo dopo aver pronunciato la parola magica di attivazione catturerà i comandi vocali che invierà al cloud.

C’è da dire che in passato hanno destato clamore alcuni fatti di cronaca inerenti proprio il dispositivo Amazon Echo, e solo dopo questi l’azienda produttrice sia uscita allo scoperto fornendo la propria versione.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo!
TwitterFacebookPin It
Maestri Simone
Ciao a tutti mi chiamo Simone e gestisco questo blog, Spero che vi piaccia e che troverete i miei articoli interessanti e utili. Se avete bisogno di qualche consiglio e informazioni su come usare il PC, oppure su come scegliere un notebook potete contattarmi tramite Google+ o Facebook
https://s-m-webblog.com