I MIGLIORI aspirapolvere ciclonici da comprare

Sei indeciso su qual’è il migliore aspirapolvere ciclonico comprare? Questo articolo è stato creato per aiutarti a scegliere il miglior prodotto più adatto alle tue esigenze

Il mercato è davvero ricco di aspirapolvere ciclonici di tantissimi generi e tipologie differenti. Non a caso attualmente si tratta di uno dei prodotti maggiormente richiesti e desiderati da una vasta gamma di utenti differenti. In tutto questo, però, ci sono anche dei problemi a cui bisogna prestare attenzione.

Per riuscire a scegliere il migliore tra tutti quelli che esistono sul mercato non si può proprio fare a meno di prendere in considerazione una vasta gamma di possibilità per tutto quello che concerne l’acquisto degli aspirapolvere di questo genere. Ma quali sono le caratteristiche a cui prestare attenzione per capire che tipo di modello scegliere tra tutti quelli che sono presenti sul mercato? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Qual’è il migliore aspirapolvere ciclonico da comprare

Come scegliere il migliore aspirapolvere ciclonico?

Per via dell’enorme scelta di prodotti del genere presenti sul mercato, non si può proprio fare a meno di rivolgere le proprie attenzioni verso dei fattori abbastanza comuni nei vai modelli di aspirapolvere ciclonico.

La potenza di aspirazione

Tra questi un posto particolare è occupato dalla potenza di aspirazione, da cui in lunga parte dipende anche il potere filtrante. Si tratta di un fattore di cui proprio non è possibile fare a meno e che al giorno d’oggi rappresenta un po’ il cuore dell’aspirapolvere.

In genere, sul mercato sono presenti per lo più modelli con una potenza di aspirazione al livello di 259 watt. Tuttavia, se si vuole raggiungere un’efficacia di pulizia ancora maggiore, non si può fare a meno di considerare i modelli da 280-300 watt.

Bisogna comunque ricordarsi che da una maggiore potenza di aspirazione dipende anche tutto ciò che riguarda il consumo elettrico. Non si può proprio fare a meno di considerare tutto ciò che riguarda il motore, perché è sempre il primo e il più importante elemento che contribuisce alla pulizia dell’abitazione. Ovviamente, più sarà potente il motore e migliore sarà l’aspirazione svolta in casa.

Il motore, oltre ad aspirare lo sporco e la polvere, contribuisce a una migliore pulizia. Per giunta, non necessitano nemmeno di un sacchetto o di un apposito serbatoio. Si tratta di quei aspirapolvere senza sacco che proprio per questo sono in grado di offrire a tutti i clienti una grandissima comodità e convenienza dovuta anche all’enorme comfort d’utilizzo.

Niente sacchetto in cui viene raccolto lo sporco, insomma. Questo contribuisce anche a un altro fattore legato alla comodità: senza il sacchetto non c’è il bisogno di effettuare i cambi dello stesso interrompendo la pulizia e perdendo tempo. Se si unisce l’alta potenza alla presenza di un ottimo filtro ciclonico, si può facilmente ottenere un alto comfort d’utilizzo.

Oltre ai filtri ciclonici, che rappresentano un elemento fondamentale, sul mercato ci sono tanti aspirapolvere senza sacco con filtri non ciclonici. In aggiunta a questa prima divisione non ci si può nemmeno dimenticare di tutto ciò che riguarda anche degli altri fattori di selezione. I filtri ciclonici, comunque, si sporcano molto più lentamente rispetto agli altri.

Proprio per questo non c’è alcun bisogno di eseguire sullo stesso una frequente manutenzione perdendo tempo ed energie. In aggiunta ai filtri ciclonico e non ciclonico, sul mercato sono stati immessi anche diversi prodotti con il filtro multi ciclonico. Quest’ultimo non solo contribuisce a trattenere le particelle dello sporco, ma è ben adatto anche per dissolverle.

Il peso

Non è solo la potenza del motore e la presenza dei filtri delle differenti tipologie a determinarne la qualità, ma anche il suo peso. Specialmente se si devono pulire degli ampi spazi nella propria casa non si può proprio fare a meno di considerare anche tutto ciò che riguarda il peso. Quest’ultimo è dovuto alle sue dimensioni, ma anche dalla presenza di varie parti molto pesanti che, spesso, non sono strettamente necessarie a tutto ciò che riguarda il corretto funzionamento del dispositivo.

Il corpo

Il corpo non dev’essere necessariamente troppo ingombrante, anche se dalla sua dimensione dipende il volume del possibile filtro o serbatoio. Generalmente sul mercato la media del serbatoio è di circa 1,8 l. Tutti i prodotti presenti sul mercato sono dotati di un paio di ruote a cui si aggiunge anche un tubo snodabile. Quest’ultimo può essere utilizzato senza alcun problema in modo da poter raggiungere anche i posti più lontani e difficilmente accessibili delle stanze.

Meglio comunque puntare su quei modelli che offrono un perfetto compromesso tra il peso e la dimensione, in quanto da un lato si potrà godere di una certa agilità negli spostamenti con l’aspirapolvere tra le diverse stanze, e dall’altro si potrà comunque avere a portata di mano un aspirapolvere con un serbatoio abbastanza grande. In questo modo si riusciranno e prevenire i vari problemi legati a tutto ciò che riguarda i fattori come il peso e la dimensione.

Inoltre, grazie a un peso non troppo elevato dell’articolo in questione ci si potrà anche spostare senza problemi su delle superfici abbastanza scomode, come le varie discese o persino le scale. Il peso perfetto si aggira tra i 4 e i 6 chilogrammi. Oltre al peso c’è anche un altro fattore da tenere in considerazione nella fase di acquisto.

Il rumore

Parliamo del rumore generato in fase di funzionamento. Del resto, nessuno vorrebbe pulire la propria abitazione usando un aspirapolvere troppo rumoroso. Molti dispositivi di questo genere sono decisamente troppo rumorosi per una vasta gamma di persone. Molti non includono alcuna tecnologia di eliminazione del rumore e per questo diventano incredibilmente fastidiosi già dopo qualche utilizzo.

Per evitare questo tipo di problema occorre prendere in considerazione l’idea di acquistare solo quei dispositivi che sprigionano una rumorosità non superiore ai 70 DB (decibel). Il valore della rumorosità si può trovare senza alcun problema nella scheda tecnica contenente tutte le caratteristiche principali del dispositivo. Gli aspirapolvere con un valore di rumorosità superiore saranno incredibilmente difficili da usare proprio per via di tutto ciò che riguarda il rumore. Se proprio non si sa che tipo di modello scegliere per poterlo usare in modo silenzioso si possono rivolgere le proprie attenzioni verso lo staff del negozio presso il quale si acquista un dispositivo di questo genere.

Gli accessori in dotazione

E per quanto riguarda gli accessori? Ovviamente, se si vuole comprare un prodotto completo sotto ogni punto di vista, non si può proprio ignorare tutto ciò che riguarda i vari accessori in dotazione al dispositivo.

Al giorno d’oggi ci sono tantissimi aspirapolvere differenti a cui vengono aggiunti vari accessori. La presenza di questi li rende perfetti per una vasta gamma di occasioni particolarmente differenti. E grazie alla presenza nella confezione di, per esempio, varie spazzole sarà possibile eseguire la pulizia anche negli spazi a prima vista più difficili da raggiungere. Tra i vari accessori a cui occorre prestare attenzione un posto particolare è occupato dalla “tradizionale” bocchetta aggiuntiva.

Infine, perché non prendere in considerazione tutto ciò che riguarda il fattore dell’ecosostenibilità? Gli aspirapolvere ecosostenibili aiutano ad avere un risparmio energetico inferiore e in genere causano meno danni all’ambiente.

Struttura dell migliore aspirapolvere ciclonico

Come si può ben facilmente capire, sul mercato sono stati immessi degli aspirapolvere ciclonici con tante strutture differenti. La scelta, per questo, deve per forza concentrarsi su tutto ciò che riguarda la struttura. Quest’ultima può essere cilindrica oppure sferica, ma in genere il funzionamento del dispositivo non cambia affatto da quest fattore di scelta.

A questa si aggiungono anche delle altre differenze. Per esempio, il migliore aspirapolvere ciclonico può essere a struttura monociclonica, utile per separare dall’aria all’incirca il 75% del totale della polvere. In questo caso il dispositivo funziona grazie a un solo ciclone. La struttura, come già accennato prima, può anche essere multiciclonica. In questo caso include diversi coni rovesciati che sono in grado di generare più cicloni.

Questi cicloni danno l’origine a dei coni rovesciati, il che aumenta ancora di più l’efficacia della pulizia svolta. Un’altra scelta obbligatoria da fare è quella con il filo oppure senza il filo.

Quando ci si appresta ad acquistare un aspirapolvere, questa è sicuramente una delle più importanti scelte da fare.

L’alimentazione

In base alla presenza o meno dei fili, difatti, si svolgerà un lavoro più o meno libero.

Spesso, difatti, i cavi sono anche abbastanza limitanti. Di contro, gli aspirapolvere senza il cavo di alimentazione hanno un grande lato negativo rappresentano dalla batteria. Quest’ultima può avere un’autonomia più o meno grande e in alcuni casi c’è il rischio che si fermi per mancanza di energia. Questo problema viene meno nel caso degli aspirapolvere dotati di un filo di alimentazione, anche se questo limita un po’ gli spostamenti che si possono fare.

Inoltre, nel caso degli aspirapolvere senza il filo, la presenza della batteria potrebbe incidere sul peso finale del prodotto. Da considerare che gli aspirapolvere con la batteria hanno quasi sempre una potenza minore rispetto a quelli con il filo di alimentazione. Quindi, se si vuole avere a portata di mano un prodotto davvero molto potente, non si potrà fare a meno di prendere in considerazione l’acquisto di un aspirapolvere con il filo.

Sono da preferire qui modelli che hanno una struttura non solo particolarmente leggera, ma anche molto compatta. In questo modo non sarà necessario fare molta fatica per trasportarlo. Più è compatta la struttura del dispositivo e più facilmente si potrà trasportarlo in un qualsiasi angolo della casa, per pulirla. Ovviamente si sconsiglia di comprare dei modelli troppo piccoli, in quanto potrebbero avere poca potenza.