le migliori macchine da caffè a capsule Lavazza da comprare

Sei indeciso su quale siano le migliori macchine da caffè a capsule Lavazza da comprare? Questo articolo è stato creato per aiutarti a scegliere il miglior prodotto più adatto alle tue esigenze e per il budget che disponi.

Senza voler fare confronti con il caffè del bar, che rappresenta il motivo di pausa e di incontro per eccellenza, la preparazione della bevanda nella quale gran parte dell’Italia si rispecchia è comunque un rito, da sempre replicato anche in casa.

I nuovi sistemi per l’espresso hanno consentito a milioni di persone di ottenerne una tazzina in modo facile e veloce e Lavazza, marchio leader nella commercializzazione del caffè, produce macchine dedicate a questa preparazione da più di 30 anni.

In questo articolo passeremo in rassegna tutte le caratteristiche principali relative alle macchine da caffè a capsule Lavazza, con l’aggiunta di alcuni suggerimenti che potranno esserti utili nel caso in cui volessi acquistarne una.

1. Le bevande che possono preparare

Quando si parla di bevande che si possono ottenere utilizzando le macchine per caffè a capsule Lavazza, ci si riferisce (com’è ovvio) principalmente al caffè, declinato in tutte le sue varianti e in tutti i suoi gusti, che a volte possono essere anche molto differenti fra loro.

E, in effetti, nell’assortimento di capsule Lavazza è possibile trovare un vasta scelta di caffè: classico e bilanciato o decaffeinato; ma anche biologico, ovvero certificato come proveniente da coltivazioni che non fanno uso di sostanze chimiche e condotte con metodi assolutamente naturali; presente anche il caffè decerato, leggero e adatto ad ogni momento della giornata, grazie ad una lavorazione che ne riduce l’acidità.

Ma c’è da dire che, oltre all’espresso, molte delle macchine a capsule Lavazza sono predisposte per preparare anche bevande diverse. Tra queste spiccano, come molto popolari, la cioccolata calda o il latte al cacao. Inoltre, grazie alla disponibilità in commercio di capsule che ne contengono la miscela adatta, è possibile ottenere anche diversi tipi di tè e tisane, oltre a bevande a base di orzo e di ginseng.

Un’altra recente e innovativa idea proposta da Lavazza, è “Bevanda bianca”, la miscela ideale per preparare una gradevole e delicata bevanda al latte, ma anche caffè macchiato, tè al latte in stile inglese o altre bevande al gusto di cioccolato.

Le migliori macchine da caffè a capsule Lavazza da comprare

  • Capsule Lavazza Point
  • Raccogli capsule da 15 pz
  • Serbatoio da 750 cc
  • Interfaccia Touch: display interattivo con riscontro sonoro
  • Silenziosità Top Class: la più "discreta" della categoria con soli 43 dB in erogazione
  • Ampia scelta di caffè: 4 selezioni e boost temperatura
  • Massimo silenzio (44 dB in infusione)
  • Minimo ingombro (solo 12 cm)
  • Pulsante stop go per scegliere ogni volta la quantità di espresso desiderata
  • Pulsante stop&go: per scegliere ogni volta la quantità di espresso desiderata
  • Griglia Small/Large: Rimovibile per un caffè espresso o un caffè lungo
  • Serbatioio Trasparente (0.75 litri): completamente trasparente, per controllare il livello dell'acqua

2. Il design

Particolare attenzione viene dedicata da Lavazza all’aspetto esteriore delle sue macchine per caffè a capsule: il linguaggio della contemporaneità delle linee viene adattato alle necessità pratiche, perché tutte risultino facilmente inseribili in spazi che possono presentare anche differenze sostanziali fra loro.

Proprio con riguardo al fattore estetico, nella progettazione delle sue macchine da caffè, Lavazza adotta una disciplina che fino a qualche anno fa non esisteva, il Coffee Design, derivazione del Food Design applicata al settore specifico del caffè.

Il risultato di questa scelta stilistica, che ha anche notevoli risvolti funzionali, è la realizzazione di strumenti per la preparazione del caffè che coniugano estetica e innovazione tecnologica, senza tralasciare il riferimento alla tradizione e all’artigianalità.

Da questo insieme di intenzioni, ad esempio, è nata Deséa Golden Touch by Gufram, una macchina in edizione limitata firmata da Lavazza e dal laboratorio creativo dell’azienda Gufram, ideata per il sistema domestico “A Modo Mio” e caratterizzata da un’estetica di lusso, fuori dai canoni, proprio per farne un oggetto ideale per gli appassionati di design, ma con una funzionalità sempre caratterizzata dall’efficienza.

In generale, anche la decisione di creare modelli compatti e il più possibile maneggevoli, come Tiny o Jolie, ha portato alla creazione di macchine per caffè che, oltre alla praticità di utilizzo offrono una grande versatilità a livello di impatto visivo. Il tutto proseguendo un lungo percorso di innovazione che ha portato alla creazione di piccole “architetture elettriche” capaci di esprimere, anche nel design, l’essenza di una bevanda dall’importanza e dalla popolarità indiscutibile.

3. Le loro funzioni

Espresso vuol dire “fatto velocemente” e fa riferimento alla rapidità con la quale il caffè viene preparato; ispirandosi a questo principio, il funzionamento di una macchina per caffè a capsule Lavazza è semplice e intuitivo, sostanzialmente non diverso da quello di altre macchine da caffè a capsule.

Per la preparazione di una buona tazzina, dunque, ti basteranno pochi passaggi:

  • dopo aver riempito il serbatoio della macchina con acqua (il più possibile dolce o, comunque, poco calcarea), inserisci il cavo di alimentazione dell’apparecchio nella presa elettrica e accendi la macchina tramite l’interruttore apposito;
  • quando la spia luminosa ti indica che la macchina è pronta, inserisci la capsula nel suo alloggiamento, posiziona una tazzina sotto il beccuccio di erogazione e avvia la preparazione della bevanda.

Così come tutte le altre della stessa tipologia, anche le macchine Lavazza si servono della pressione generata da una pompa interna, che permette all’acqua contenuta nel serbatoio di raggiungere la capsula contenente la miscela e di erogare istantaneamente il caffè nella tazzina.

A proposito del grado di pressione esercitato dalla pompa, è necessaria una precisazione: è ormai assodato che ad una maggiore pressione corrisponda sempre una migliore qualità del risultato finale. In pratica, più alta sarà la pressione erogata, più cremoso e aromatico sarà il caffè.

In linea di principio, la pressione ottimale delle macchine ad uso domestico dovrebbe attestarsi intorno a 15 bar e c’è da rilevare che nelle macchine Lavazza non tutte raggiungono questo valore “base”, fermandosi alcune (ad esempio, il modello Jolie), intorno ai 10 bar.

Questo può costituire un limite alla funzionalità della macchina, anche se può essere, in qualche caso, temperato dal gusto e dall’aroma della miscela di caffè che viene scelta.

Quanto alle capsule da utilizzare, Lavazza suggerisce (e in realtà, in qualche modo, impone) l’uso di quelle originali, prodotte dallo stesso brand: in linea di massima è, quindi, sconsigliato provare ad utilizzarne altre compatibili, che potrebbero danneggiare irrimediabilmente la macchina.

Dopo l’uso, la manutenzione delle macchine per caffè a capsule Lavazza non è particolarmente impegnativa: oltre alla pulizia ordinaria delle parti esterne, si consiglia di effettuare periodicamente la pulizia del filtro anti calcare, oltre a cicli di decalcificazione, così come indicato nelle istruzioni d’uso o, alcune volte, segnalato dalla stessa macchina.

4. Quanto costano

I prezzi variano a seconda del modello, presentando un range che, orientativamente, va da un minimo di 50 ad un massimo di 200 euro.

Il fattore maggiormente rilevante a questo proposito è la versatilità e, all’interno dell’assortimento proposto da Lavazza, troverai esemplari con caratteristiche interessanti, che uniscono la compattezza strutturale (e quindi il minimo ingombro) ad una funzionalità ottimale della pompa di pressione, che raggiunge i “canonici” 15 bar.

È il caso di Tiny (circa 50 euro), la più piccola e maneggevole, dotata delle caratteristiche di sistema ideali. Se le si vuole trovare un limite, questo riguarda il fatto che non è predisposta per altre preparazioni, all’infuori del caffè.

Allo stesso modo Jolie (circa 72 euro), altra macchina compatta e molto maneggevole (le sue dimensioni sono 21×33), che però prepara solo il caffè e possiede una pompa di pressione da 10 bar, quindi sotto i valori ritenuti ideali: il gap dovuto alla sua modesta versatilità è comunque superabile scegliendo uno dei due modelli successivi, dalla tecnologia “aumentata”, Jolie Plus (circa 92 euro) o Jolie&Milk (circa 139 euro), quest’ultimo con cappuccinatore integrato.

In una fascia di prezzo più alta troverai modelli maggiormente accessoriati, come Idola (circa 112 euro), Magia Plus (circa 149 euro), Fantasia (circa 179 euro) e la più sofisticata, Deséa (circa 199 euro), che riunisce in sé le caratteristiche delle macchine Lavazza di fascia alta, con in più una versatilità accresciuta.
L’inconveniente di queste macchine, rispetto alle prime, è un ingombro maggiore, imputabile necessariamente alle dimensioni più grandi e il costo notevolmente più alto, quest’ultimo compensato, in ogni caso, da un ottimo rapporto qualità/prezzo.

5. I pareri degli utenti

Facendo riferimento alle recensioni e alle opinioni presenti sui canali di vendita on line, il pregio più frequentemente riconosciuto dai consumatori alle macchine per caffè a capsule Lavazza, è la loro velocità.

Concordemente si riconosce, a tutti i modelli, la capacità di preparare un buon caffè in tempi molto brevi, contrariamente a quanto succede con altri dispositivi della stessa tipologia, prodotti da altri marchi.

Un secondo vantaggio offerto da queste macchine da caffè è l’ingombro abbastanza ridotto: anche i modelli di dimensioni maggiori occupano uno spazio piuttosto limitato, sviluppandosi per lo più in altezza e presentando una compattezza che li rende maneggevoli e facilmente adattabili.

Ancora, gli utenti apprezzano la versatilità di alcuni modelli, per l’opportunità che offrono di preparare, oltre al caffè, declinato nelle sue diverse alternative di densità, gusto e aroma, anche il cappuccino (bevanda molto popolare e richiesta), nonché altre bevande, facilmente ottenibili anche grazie all’assortimento di capsule predisposto dal brand, che comprende anche tisane e molti tipi di tè.

Qualche opinione riporta l’inconveniente derivante dal carattere “basico” di alcuni modelli, che possono preparare solo il caffè, o dalla poca potenza della pompa, da cui deriva la preparazione di un caffè non sufficientemente denso e aromatico o anche dall’impossibilità di dover utilizzare solo capsule originali prodotte da Lavazza e non anche quelle compatibili.

Di contro, in ultima analisi, i pareri sembrano comunque concordare che i vantaggi compensino i limiti che alcuni modelli presentano, realizzando che il rapporto qualità/prezzo sia, in ogni caso, ottimo e che la resa finale della macchina sia molto soddisfacente.