Come registrare un gameplay su consol, pc, android e iphone

come registrare un gameplay

Come registrare un gameplay? In questo articolo ti voglio spiegare come si effettua la registrazione del gameplay, analizzando le varie soluzioni e le differenze che sussistono tra console, PC e dispositivi mobile.

Avete mai sentito parlare di Favij o Cicciogamer89? Sicuramente si, chi non conosce questi due famosi Youtubers che contano milioni di iscritti?!

Oltre ad un pubblico così vasto, un altro elemento che li accomuna è la tipologia di video che pubblicano nei rispettivi canali: gameplay. Se andiamo ad analizzare i contenuti dei creativi sul tubo, i canali con più iscritti sono proprio quelli relativi al mondo dei videogames. Quindi, per una persona intenzionata a guadagnare con Youtube non possiamo che consigliare di dedicarsi al gameplay.

Cosa serve per iniziare questa avventura? Sicuramente uno strumento su cui far girare i videogiochi, un computer con hardware particolarmente potenti oppure una console di ultima generazione. Dopodiché si dovrà imparare a registrare i gameplay ed editarli con programmi appositi per renderli più accattivanti, aggiungendo musica e effetti speciali.

Come registrare un gameplay con PlayStation 4

Con gli ultimi aggiornamenti, la Sony ha rimosso la protezione HDCP. Questa che impediva la registrazione di gameplay attraverso una scheda di acquisizione HDMI. Anzi, ha fatto di più… nel software della console è stato aggiunto uno strumento per registrare facilmente i gameplay, senza bisogno di dispositivi esterni.

Tuttavia questa soluzione presenta un limite. Infatti non si possono registrare video con una durata superiore ai 15 minuti, ma di questo parleremo in seguito. Adesso vediamo come muoverci con le funzionalità integrate.

Cominciate a giocare e quando arrivate al punto che volete registrare cliccate il pulsante “share” del joypad. Nella parte alta dello schermo, un avviso notificherà l’inizio della registrazione. Per interromperla basterà cliccare lo stesso pulsante.

A questo punto basta andare in “galleria catture”, scorrere i video e selezionare quello che interessa. Avremmo da subito la possibilità di caricarlo direttamente su Youtube collegando la console al nostro account. Probabilmente dovremo fare qualche piccola modifica. Magari sovrapporre la registrazione della webcam, aggiungere una musica di sottofondo o tagliare qualche spezzone poco presentabile.

Benissimo, allora dobbiamo inserire una chiavetta USB nella PlayStation. Con il video selezionato dovete premere il tasto Start e cliccare sulla sulla voce “Copia nel dispositivo di archiviazione USB”.

Come registrare un gameplay con Xbox One

Anche alla console di casa Microsoft, con gli ultimi aggiornamenti, permette di registrare facilmente i gameplay. La procedura è simile a quella della Playstation. Nel momento in cui si intende cominciare a registrare, bisogna cliccare due volte sul pulsante Xbox del controller e poi premere il tasto X.

L’unica scocciatura è il fatto che Xbox non permette di salvare questi video su dispositivi USB, per cui dobbiamo adottare un piccolo trucco. Da console carichiamo il video sullo spazio cloud di OneDrive per poi scaricarlo da PC.

Metodo suggerito per registrare senza limitazioni

Un metodo più professionale per registrare i gameplay con qualsiasi tipo di console (anche PlayStation 3) è utilizzare un dispositivo di acquisizione HDMI.

Componenti di questo genere possono essere acquistati anche online. Per esempio su Amazon o Ebay, con una spesa che varia dai 100 ai 200 €. Se utilizzate PlayStation 3 avrete bisogno anche di uno splitter HDMI in grado di decriptare il segnale. Con PlayStation 4, invece, bisogna semplicemente disattivare l’opzione  High Bandwidth Digital Content Protection.

Torniamo al dispositivo di acquisizione, questo è provvisto di due prese HDMI, una in entrata (IN) e la seconda in uscita (OUT). Colleghiamo il primo cavo alla console e alla presa IN. Il secondo collegamento va fatto tra il televisore e la presa OUT. Non rimane alto che collegare il dispositivo con il PC attraverso un normalissimo cavo USB.

Siamo pronti, accendiamo tutto e lanciamo il software di acquisizione dal PC. Cominciamo a giocare e il gameplay sarà salvato nel nostro fedele computer.

Come registrare un gameplay da PC

La procedura per registrare gameplay da PC è molto più semplice e non c’è bisogno di componenti aggiuntivi. Serve solamente di un software in grado di acquisire quello che si vede sullo schermo.

In rete troviamo tantissimi tipologie di questi programmi. Il più utilizzato dagli Youtuber è sicuramente Fraps, disponibile solo per Windows. La versione premium costa 33 €, ma è possibile provarlo anche gratis, ovviamente con dei limiti temporali importanti.

Utilizzare Fraps è molto semplice, basterà lanciarlo e quando si vuole iniziare la registrazione si deve semplicemente cliccare sul tasto apposito, di default F9. Tutte le registrazioni vanno a finire nella cartella C:\\Fraps, da dove è possibile recuperarle e modificarle con un qualsiasi programma di video-editing, ad esempio LightWorks.

Un’alternativa, sempre a pagamento, è Camtasia Studio, uno dei software più professionali per la realizzazione di tutorial e gameplay. L’unica pecca è il prezzo, parliamo infatti di 278 € più IVA.

Come registrare un gameplay con Android

Per quanto riguarda i dispositivi Android c’è ancora un po’ di confusione. Alcune applicazioni per la registrazione dello schermo potrebbero non funzionare se non si hanno i permessi di root, anche a seconda della versione del sistema operativo.

Comunque sia, un app molto semplice e completa è Mobizen. Si collega lo smartphone al PC abilitando la modalità Debug USB. S’installa il relativo software sul PC e dal telefono si fa partire l’applicazione.

Un’alternativa che funziona direttamente da mobile è Rec Screen Recorder, disponibile in due versioni, una gratis con registrazioni al massimo di un’ora e una a pagamento al costo di 3,49 €

Come registrare gameplay da Ipad o IPhone

La soluzione per registrare gameplay da iOS, anche se non si dispone in un MAC, è utilizzare un software che si chiama Reflector, disponibile anche in versione trial con una durata massima di 10 minuti, mentre la licenza completa viene a costare solo 13 $.

Per utilizzare Reflector bisogna recarsi sul sito ufficiale, scaricare l’applicazione e installarla sul PC.   Il dispositivo mobile (iPhone o iPad) deve essere collegato alla stessa rete WiFi del PC.

Avviamo il software dal computer e dal device clicchiamo due volte su “Home button”, trasciniamo il dito da sinistra a destra fino a quando non comparirà l’icona AirPlay. Clicchiamoci sopra e selezioniamo il nome del nostro PC. Attiviamo il tasto duplicazione e sullo schermo del PC sarà proiettato il display del device. Facciamo partire un qualsiasi programma di acquisizione video et voilà, il gioco è fatto.

Potrebbe interessarti leggere Altri nostri articoli