Microdelivery APP per le consegne a domicilio

Il Governo Italiano ha provato a gestire l’emergenza coronavirus limitando le attività commerciali per evitare inutili assembramenti. Le regole stabilite dai diversi decreti emanati (in particolare quello di aprile passato con il nome “Io Resto a Casa”) hanno costretto esercizi come ristoranti, pizzerie e bar alla chiusura, sebbene la loro unica fonte di reddito sia data proprio da folle di gente che consumano bevande e gelati al bar o pizze al tavolo.

In questi giorni è iniziata però la cosiddetta Fase2, volta a rimettere in moto progressivamente la società Italia dal punto di vista economico, purché si prendano tutte le precauzioni del caso.

In questo contesto, le suddette attività hanno potuto rialzare le saracinesche, a patto che i propri servizi vengano consegnati direttamente a domicilio.

Molti titolari si sono dovuti quindi attrezzare per effettuare le consegne direttamente a casa dei clienti.

Come si gestiscono le consegne

Queste attività hanno avuto quindi un approccio diverso ai propri affari, dovendosi adattare alle nuove regole sul distanziamento sociale.

Tutti i locali hanno infatti deciso di andare incontro alla propria clientela attraverso il servizio delle consegne a domicilio, proprio perché lo Stato vieta che un pasto, un caffè, possano essere consumati direttamente all’interno del locale.

Ma come fanno a gestire le consegne?

I titolari di molti esercizi commerciali, e non solo nel campo della ristorazione, si stanno attrezzando affinché possa avvenire il trasporto fino a casa del cliente.

Pur non essendo questo paragonabile alla mole di guadagno che si può avere con il cliente in loco, era necessario trovare un escamotage per ridurre all’osso i danni economici esasperati dalla situazione globale pandemica.

In vista di quanto, sono nate delle applicazioni per dispositivi mobili, che servono sia ai clienti che ai titolari negozi per la gestione di queste consegne. E una delle più importanti è Microdelivery (sito ufficiale https://www.microdelivery.it/).

Qualche informazione su Microdelivery

Interamente realizzata dall’azienda Micropedia, stiamo parlando di un’applicazione che facilita la gestione degli ordini sia per i negozi che per i clienti.

Le funzionalità proposte sono all’avanguardia e snelliscono il duro lavoro della presa ordini e della consegna fisica del bene acquistato dal cliente.

Collegandosi al sito ufficiale, un negoziante si iscrive e crea il suo profilo al fine di propinare la vendita a domicilio.

Dopo aver effettuato la registrazione, si scarica l’applicazione sullo smartphone e da lì si personalizza il proprio profilo per poi in un secondo momento esaurire gli ordini fatti dagli utenti.

Dopo aver costruito su misura la propria posizione, in un pannello, compariranno le prenotazioni e le comande nel ristorante senza intervento del personale di sala.

Personalizzare il proprio profilo

In veste di negoziante, potrai accedere all’area riservata e potrai personalizzare il tuo profilo. Inserirai foto e descrizioni del prodotto che intendi offrire. Il tutto corredato con prezzi e tutte le info necessarie per l’utente.

Qualora tu lo ritenessi opportuno, potrai anche inserire la giacenza del prodotto, ovvero indicare il quantitativo disponibile, che una volta esaurito non sarà più riordinabile.

Nei parametri di personalizzazione indica anche se si paga in contanti o con carta, e se si può optare per il pagamento alla consegna.

Inoltre il cliente deve sapere se è necessario confermare tramite sms il proprio numero di cellulare, e quali sono i giorni di consegna. Qualora tu abbia deciso di chiudere alcuni giorni della settimana, specificalo, così come va indicato se lavori solo in una determinata fascia oraria.

Una volta ottenuta la generazione di un codice, basta apporlo nel proprio sito internet del negozio in un iframe ed il servizio di consegna a domicilio risulterà attivo.

Il consiglio è di identificare bene la tua attività, apponendo un logo con cui il cliente saprà distinguerti da altre simili attività. Nel caso rimarrà soddisfatto, quasi sicuramente propenderà per ricontattarti.

Anzi ti consigliamo di accattivare la clientela, a magari attraverso offerte o promozioni come consegna gratis solo nel weekend o qualunque altra cosa tu possa considerare ideale per aumentare i clienti.

Microdelivery per il cliente

L’applicazione Microdelivery si presenta intuitiva e facile da usare anche per i clienti. Questi ultimi accederanno all’elenco dei negozi che hanno aderito al servizio, e potranno leggervi tutte le info inerenti il bar o il ristorante scelto.

Potranno modificare le proprie preferenze al momento della prenotazione, come ad esempio scrivere a che citofoni bussare, a che scala dell’edificio abitano e così via.

Permettere al cliente di indicare quanti più particolari possibili quando ordina, è vantaggioso sia per lui che per l’attività scelta, che potrà a sua volta gestire la consegna senza problemi.

Per i ristoranti (regola valida non appena lo stato permetterà di poter far mangiare in loco i clienti) l’utente ha anche la possibilità di prenotare un tavolo.

Indicando una fascia aria, quando si recherà nel locale, avrà la possibilità di gestire l’ordine senza avere contatti con il personale di sala, utilizzando sempre l’applicazione in oggetto. Una volta seduto, il cliente inquadrerà il QR code con il suo telefono per avere accesso al menu direttamente dal proprio tavolo.

Microdelivery offre quindi un servizio autonomo e sicuro che serve ad evitare quanti più contatti face to face possibili.

Per chi intende andare a cena con più di una persona, sempre a distanza ti verrà indicato il tavolo destinatoti, e i ordinativi arriveranno direttamente in cucina a chef e pizzaioli, i quali dovranno esclusivamente preparare da mangiare e servire gli ordinativi.

Gestire le code con l’inquadramento della locandina

Un’ultima interessante funzionalità di quest’applicazione riguarda la possibilità degli utenti di fotografare una locandina corredata di un codice QR, il quale rilascerà ai cliente un numero per rispettare la fila.

Sempre attraverso l’applicazione, una notifica avverte quando sarà il tuo turno e quindi puoi accedere al locale.

Detto ciò non resta che provare questo nuovo servizio, che oltre ad essere facile da usare, è del tutto gratuito. Un contributo una tantum può essere richiesto solo in caso in cui le attività vogliano personalizzare in maniera ancora più dettagliata il proprio profilo.

Ricorda comunque che l’applicazione vale sia per i ristoranti che per la consegna di ogni altra tipologia di merce.