Notizie dal mondo hi tech. Guide, articoli e recensioni di Notebook, Tablet, Stampanti, Fotocamere e Smartphone

Sony DSC-H300: La nostra recensione

Sony DSC-H300 è una fotocamera compatta che è stata messa in commercio dalla multinazionale giapponese esperta in elettronica nel Marzo dell’anno 2013. In questa recensione verranno analizzate le diverse funzionalità del dispositivo, il design e l’autonomia. [ Controlla la disponibilità su Amazon ]

Sony DSC-H300: La nostra recensione

Design e ergonomia

Pur essendo catalogata come una macchina fotografica Bridge, la Sony DSC-H300 riesce a mettere insieme elementi della classica fotocamera compatta con altri eleganti e sinuosi delle famose fotocamere reflex. L’ergonomia della fotocamera è data dalla sua dimensione: la macchina infatti, è davvero piccola, e questo la rende maneggevole e pratica come poche altre in circolazione, capace di essere trasportata ovunque senza gravare o dare fastidio con il suo peso.

Anche l’impugnatura risulta essere molto comoda, permettendo la realizzazione di scatti e filmati in totale controllo e relax. Per quanto riguarda il lato del design quindi, si può affermare senza ombra di dubbio, che sia la fotocamera bridge più comoda ed elegante presente sul mercato. Unisce l’eleganza di una reflex alla portabilità di un telefono cellulare, in quello che risulta un corpo ergonomico davvero unico. Praticamente un gioiellino tascabile!

Prestazioni

Occorre passare al lato tecnico della fotocamera e descrivere le varie caratteristiche del dispositivo. Per quanto riguarda il sensore d’immagine la DSC-H300 è dotata di un sensore d’immagine CMOS EXMOR R che riesce a raggiungere una qualità di circa 20,4 mega pixel. L’obiettivo della fotocamera è un Carl Zeiss che applica uno zoom ottico di 50x, uno dei migliori in circolazione che permette di fare foto ad una qualità discreta anche da grandi distanze. Una funzionalità molto utile è quella dello Steady Shot, una funzionalità che permette di stabilizzare l’immagine e metterla a fuoco, in modo da ottenere sempre scatti con un’ottima qualità ed una nitidezza quasi perfetta.

Sicuramente questa funzionalità è utile per coloro che non hanno molta dimestichezza con l’arte fotografica, ma vogliono comunque realizzare degli scatti di buona natura. Sul retro della macchina fotografica è presente uno schermo LCD di circa 3 pollici ad alta risoluzione, dotato di mirino ottico integrato. Occorre sottolineare quest’ultima funzione, in quanto molte volte il mirino è capace di sostituire alla perfezione il display LCD permettendo di realizzare scatti precisi in maniera meticolosa, tenendo conto di ogni minimo dettaglio.

Per quanto riguarda il capitolo flash, oltre a quello normale la fotocamera dispone del flash avanzato, spesso utilizzato dai professionisti del settore, capace di illuminare ambienti oscuri e poco luminosi; questo tipo di flash è l’ideale se si desiderano scattare ambienti in zone di penombra oppure in determinati momenti della giornata come l’alba ed il crepuscolo. Il controllo creativo è dato dai comandi manuali che risultano essere semplici ed intuitivi. Il comparto video registra filmati in qualità full HD ma purtroppo non è compatibile con filmati di formato RAW, utilizzati specialmente in ambiti lavorativi e professionali. Occorre infine ricordare che la macchina fotografica monta il particolare sistema Triluminos Colors progettato dalla stessa Sony, che garantisce colori più naturali.

Autonomia

Per quanto riguarda l’autonomia della Sony DSC-H300, bisogna per prima cosa ricordare che la batterie sono di tipo AA e quindi in litio. Questo comporta una minore durata della carica e pertanto l’autonomia della fotocamera può essere considerata come la pecca più grande dell’intero dispositivo. L’alimentazione con batterie di tipo AA risulta particolarmente datata e non adatta ad un modello che nel complesso meriterebbe una batteria molto più potente, per sfruttare al meglio tutte le sue funzionalità.

Conclusioni

Riassumendo quindi, si possono tirare le somme in maniera molto lineare. Per quanto riguarda il design e l’ergonomia c’è davvero poco d’aggiungere, la macchina fotografica risulta perfetta, comoda e maneggevole, adatta davvero a qualsiasi situazione, offrendo una comodità sopra la media. Le funzionalità offerte dalla fotocamera sono buone e molto utili, come ad esempio la funzione di Steady Shot o quella Triluminos Colors, ma al contempo alcune funzioni sembrano mancare, come quelle di un supporto wireless e bluetooth incorporato.

Inoltre, la fotocamera non supporta i filmati in formato RAW, essenziali per chi lavora in questo determinato campo. Occorre spendere una lode anche per lo zoom ottico della fotocamera che raggiunge un ingrandimento di 50x. Il vero punto debole della fotocamera però, sta nelle batterie, disponibili solo in modello AA, che non ne assicurano una buona autonomia, ma anzi danneggiano soltanto la qualità del dispositivo. In definitiva, la macchina fotografica Sony DSC-H300 risulta essere un buon compromesso tra qualità e prezzo, ma rimane comunque una macchina relegata agli amatori della fotografia, coloro che la considerano solamente un piacevole hobby, non adatta ai professionisti del settore, che farebbero meglio a guardare altrove.

Acquistala al miglior prezzo su Amazon

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.