Come proteggere uno smartphone da virus, 10 consigli utili

Quando si parla di privacy e sicurezza degli smartphone, la maggior parte degli utenti sottovaluta minacce reali e tangibili che ci espongono a seri rischi.

Forse non sei consapevole delle potenziali vulnerabilità a cui ti esponi, non riesci a immaginare perché qualcuno vorrebbe fare breccia nel tuo smartphone e rubare i tuoi dati!

Come proteggere uno smartphone da virusE se qualcuno avesse rubato le tue email e le avesse inoltrate ai tuoi concorrenti?

O se avessero crittografato tutti i tuoi file e avessi perso centinaia di bellissime foto di cui non hai eseguito il backup? Sapevi che utilizzando un’app di banking senza autenticazione in due passaggi, gli hacker possono accedere al tuo conto bancario?

Se non imposti un adeguato livello di sicurezza per proteggere il tuo smartphone da virus renderai estremamente vulnerabile qualsiasi telefono tu scelga di utilizzare, indipendentemente dalla marca o dal sistema operativo.

Quello che è importante è che tu sappia come usare correttamente quel telefono e creare alcune abitudini di sicurezza di base per non esporsi.

Ecco 10 consigli utili che puoi utilizzare per tenere al sicuro smartphone e dati.

1. Proteggi sempre il tuo smartphone con una password

Uno dei consigli di sicurezza più basilari, ma a volte completamente trascurato!Non avere alcuna protezione dell’accesso è il miglior modo per dare libero accesso ai virus sul tuo smartphone!

Un PIN a quattro cifre è una buona soluzione, ma l’utilizzo di un codice di accesso potente è la soluzione ideale per proteggere uno smartphone.

2. Assicurati che il dispositivo si blocchi automaticamente

Se scegli di impostare la password per proteggere uno smartphone ma lo lasci privo di alcun sistema di blocco sulla scrivania per 15 minuti, non avrai ottenuto molto in termini di sicurezza.

La maggior parte degli smartphone ti consente di configurarli per bloccarsi automaticamente dopo un periodo di inattività. Assicurati di scegliere il timeout più breve: da due a cinque minuti è meglio che da dieci a trenta.

3. Installa il software di sicurezza

Lo smartphone è un dispositivo informatico e deve essere protetto di conseguenza.

Cerca un’app che preveda la prevenzione del malware, la cancellazione remota dei dati, la revisione della privacy delle app e un advisor della sicurezza automatico per avvisarti dei potenziali rischi quando modifichi le impostazioni del dispositivo.

Se sei responsabile della protezione dei telefoni e dei tablet della tua organizzazione, scegli una soluzione di gestione dei dispositivi mobili.

4. Scarica solo app da fonti approvate

Google Play Store e Apple’s App Store prendono molto sul serio la sicurezza., prestando molta attenzione nel mettere a disposizione applicazioni affidabili ed eliminare le app che sollevano preoccupazioni dopo il rilascio.

Leggi le recensioni degli utenti delle app prima di installarle: se si sono verificati problemi di sicurezza, qualcun altro potrebbe averle menzionate.

5. Verifica le autorizzazioni delle app

Molte app richiedono più di una semplice autorizzazione predefinite di base. Ad esempio, puoi ragionevolmente aspettarti che un’app ti possa inviare messaggi di testo proprio quando un’applicazione di mappatura richiederà la tua posizione GPS.

Ma qualcosa come una calcolatrice che ha bisogno di un accesso alla rete o una sveglia che voglia leggere il tuo database di contatti dovrebbe essere trattata con estrema cautela!

6. Non perdere gli aggiornamenti del sistema operativo

Gli aggiornamenti al sistema operativo spesso includono patch di vulnerabilità del sistema, quindi è importante installarli. Puoi anche scegliere di rimanere informato sugli aggiornamenti disponibili e scaricare soltanto quelli di maggiore interesse e utilità per assicurarti di proteggere il tuo smartphone nel migliore dei modi. Spesso avere conoscenze ed essere aggiornati in termini tecnologia aiuta a prevenire i danni causati spesso da disinformazione (puoi trovare consigli e informazioni dettagliate su psb privacy e sicurezza 

7. Fai attenzione ai link che ricevi via email o SMS

Quando ricevi le e-mail sul tuo telefono, fai attenzione quando fai clic sui link.

E le frodi di phishing non si limitano alle e-mail: un messaggio di testo può incitarti a fare clic su un link poco sicuro oa chiedere informazioni personali.

Anche la semplice risposta a SMS o mittenti di posta elettronica sconosciuti può aumentare l’interesse dei criminali nei tuoi confronti, portando a una maggiore pressione per rispondere.

8. Cripta il tuo smartphone

Anche se hai protetto lo smartphone con una password, un ladro potrebbe ancora collegare il tuo dispositivo a un computer e accedere a tutte le tue informazioni personali. L’uso della crittografia sullo smartphone può aiutare a prevenire il furto di tali dati e proteggere uno smartphone da eventuali virus.

9. Disattiva la connessione Wi-Fi automatica

Una delle grandi cose dei telefoni cellulari moderni è la loro capacità di connettersi a Internet in molti modi, ma sondare continuamente le reti wireless fornisce informazioni sulla tua identità e sulla tua posizione.

Se vuoi proteggere uno smartphone dai virus dovrai configurarlo in modo da dimenticare le reti che non usi più, ridurre al minimo la perdita di dati e fare in modo che si accenda e spenga automaticamente senza fili in determinati luoghi usando un’app per smartphone local-aware.

10. Disattivare Bluetooth e NFC quando non in uso

Bluetooth e NFC (near field communication) sono ottimi in termini di connettività, consentono di utilizzare accessori come tastiere e cuffie wireless o effettuare pagamenti con il tuo smartphone.

Ma apre l’accesso ai tuoi dati, quindi dovresti disattivare queste funzioni o mettere il tuo dispositivo in modalità “non rilevabile” quando possibile. Inoltre, fai attenzione quando accoppi i dispositivi: non accettare mai richieste da dispositivi sconosciuti.

Potrebbe interessarti leggere

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.