Tecnologia vintage: 10 oggetti e gadget cult del passato da avere per gli amanti del genere

La società moderna è sempre più proiettata verso un futuro innovativo e tecnologico. Allo stesso tempo si tende a ricercare oggetti retrò appartenenti al nostro passato, un ritorno quasi insperato di numerosi accessori e gadget che possono tornare preponderantemente a nuova vita, soprattutto grazie agli appassionati di vintage.

Dalle serie tv all’abbigliamento, dalle scarpe e borse, finanche a gadget tecnologici, oggi si assiste ad un revival a 360 gradi che coinvolge ogni settore.

E nonostante i millennials considerano il vintage degli oggetti, obsoleti o meglio definiti come vecchi, sono sempre più numerosi gli appassionati che conservano gelosamente oggetti e gadget cult del passato.

In questo articolo abbiamo preparato un elenco degli oggetti tech più importanti del nostro passato e che oggi sono diventati oggetti d’arredamento di tendenza.

Il giradischi

Sicuramente uno degli oggetti cult vintage apprezzato da chi ama la buona musica è proprio il giradischi. Per gli amanti del genere sarebbe inutile voler paragonare il suono caldo e materico del giradischi con un suono totalmente freddo di un moderno cd.

Per i cultori della musica e appassionati del vintage sicuramente il giradischi rappresenta una vera e propria ossessione radicata e immutabile.

Sono in molti a spendere delle cifre da capogiro per riuscire ad acquistare dei modelli di design ultra tecnologici, con puntine impercettibili, o chi invece tende a rispolverare i modelli più antichi magari presi dalla soffitta e rimessi a nuovo.

Walkman

Impossibile non ricordare i walkman che consentivano di ascoltare la musica semplicemente passeggiando. Una tecnologia all’avanguardia di diversi anni fa che prevedeva l’utilizzo di una cassetta divisa in lato A e B, dotati di auto-reverse che permetteva di cambiare lato automaticamente.

Il walkman ha rappresentato per molti dei giovani degli anni ’80 e ’90 una rivoluzione, dato che è stato in grado di liberarli dalla schiavitù di una musica ascoltata in solitudine nella propria cameretta.

Commodore 64

Ad oggi esistono dei sistemi ultra tecnologici videoludici sempre più innovativi e sofisticati (Playstation e Xbox docet), ma è assolutamente impossibile dimenticare uno dei primi personal computer, che ha fatto la storia del settore: il Commodore 64.

Trattasi del primo computer fisso che ha raggiunto ben 17 milioni di vendite monopolizzando l’intero mercato. Tutti gli amanti della tecnologia vintage non possono non avere nella propria casa il primo pc che ha reso tutti dei piccoli nerd.

Nintendo NES

Così come il Commodore 64 fu la prima console, in grado di appassionare molti giovani ai videogiochi.

Il Nintendo Entertainment System è stata la prima vera consolle dedicata al divertimento dei più giovani. Diversi sono i giochi che sono riusciti a spopolare proprio grazie alla NES, da Super Mario a Donkey Kong.

Una consolle che ha fatto da apripista alla riproposizione delle attuali versioni pocket delle consolle storiche dalle stesse case produttrici.

Tv Brionvega

Tra gli oggetti tecnologici vintage che si possono collezionare è praticamente impossibile escludere uno degli elettrodomestici più rappresentativi, il televisore portatile Brionvega.

Il primo televisore che in molti, aldilà delle sue funzioni e del suo funzionamento, vogliono possedere nella propria casa per un arredamento vintage di classe.

Studiato anche dalle diverse accademie di disegno industriale il Brionvega viene esposto spesso nelle gallerie d’arte contemporanea, e in molti appassionati del vintage amano esporlo invece nel proprio salotto di casa.

Nokia 3210

Ulteriore rivoluzione, ma questa volta nel mondo della telefonia è la diffusione dei telefonini che consentivano di poter ricevere ed effettuare chiamate da qualsiasi luogo.

Il Nokia 3210 per molti rappresentava uno status symbol alla portata di tutti, economico, semplice e maneggevole è sicuramente un oggetto della tecnologia vintage che tutti vorrebbero aggiungere alla propria collezione.

Videoregistratore

Ogni adolescente degli anni ’90 e 2000 ha trascorso diverso tempo a registrare film, programmi tv, o stralci di video da poter immortalare per sempre sui nastri di una vhs.

Il videoregistratore è uno degli oggetti vintage che oggi sembrerebbe provenire da un’epoca lontanissima, ma che invece ci ha accompagnati solamente fino a qualche decennio fa.

Un oggetto cult che è stato rimpiazzato brillantemente dalla tecnologia on demand, e da diversi altri sistemi sicuramente più innovativi e moderni.

Polaroid

Diversi sono i sistemi di fotografia digitali innovativi che consentono oggi a chiunque di diventare un potenziale reporter esperto. In contrapposizione a questo la vecchia analogica Polaroid conserva ancora oggi un grande fascino a livello globale.

La Polaroid è considerata l’unica macchina fotografica in grado di resistere alla digitalizzazione della fotografia. Un tempo era una rivoluzione che consentiva di materializzare istantaneamente le immagini senza dover attendere che si sviluppassero le fotografie.

Segreteria telefonica

La versione moderna della segreteria telefonica è stata soppiantata da messaggi vocali o di testo.

Ma la segreteria telefonica racchiude in sé un certo fascino, tramite il nastro registrato ci si presentava creando un filtro tra l’interlocutore e chi ascoltava.

Immortalata in diverse scene cinematografiche la segreteria telefonica è uno degli oggetti cult apprezzati dagli amanti del vintage.

Game boy

Un pò come il walkman è riuscito a far ascoltare la musica fuori dall’ambiente domestico, il Game Boy ha consentito a molti adolescenti di poter tagliare i fili che legavano il videogioco al televisore, potendo portare con sé un piccolo dispositivo.

Molti degli oggetti hanno subito diverse evoluzioni che li hanno necessariamente resi migliori, ma i primi modelli rimangono degli oggetti cult amati dagli appassionati del retrò.

Categorie Casa