Smartphone da 6 pollici: i migliori 5 del 2020

Tra quelli considerati come i migliori smartphone da 6 pollici in commercio, vi sono molti marchi differenti, ma pochi sono sul serio in grado di soddisfare le esigenze dei potenziali clienti che necessitano di prodotti tecnologici all’avanguardia, dalle funzionalità molteplici e che garantiscono un’efficienza del tutto ottimale mentre si usa un telefono cellulare.

Gli smartphone possono durare molto tempo come anche poco, tutto dipende dall’attendibilità del marchio, ovvero se l’azienda produttrice dei telefoni è attendibile, fornisce materiali resistenti e componenti tecnologiche dalle grandi potenzialità.

Gli smartphone da 6 pollici sono senza dubbio quelli che regalano all’utente un’esperienza estetica e tecnologica senza dubbio efficiente e che merita di essere vissuta, i telefoni cellulari sono spesso scelti dal cliente in relazione al loro schermo, alla loro qualità e alla comodità generale del telefono. Di seguito, si propone una guida all’acquisto dei migliori smartphone da 6 pollici, per meglio capirne le caratteristiche, nonché le differenze tra un modello e l’altro.

I modelli più venduti del 2020

La nostra selezione

Samsung Galaxy M20

Samsung Galaxy M20 è uno smartphone che rientra tra i telefoni cellulari di ultima generazione, in grado di regalare al cliente un’esperienza tecnologica soddisfacente, senza rinunciare a grandi funzionalità che questo telefono dispone.

Ha il processore SAMSUNG Exynos 7 Octa 7904 fino a 1,8 GHz, realizzato con processo produttivo a 10nm e GPU Mali-G72; la RAM rimane da 4 GB e la memoria interna è da 64 GB (UFS 2.1) espandibili con microSD. Per quanto riguarda la connettività è il primo smartphone in commercio con supporto all’LTE Gigabit (600 Mbps), è inoltre dotato di Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, di Bluetooth 5.0, di GPS assistito da GLONASS e GALILEO e infine di chip NFC.

Il lettore di impronte digitali è posizionato sul retro così come la porta Type-C, una novità per i modelli Galaxy. Questo smartphone è dotato di una doppia fotocamera da 13 Mp + 5 Mp con ƒ/1.7 con tecnologia Dual Pixel, stabilizzatore ottico dell’immagine e led flash. Questo sensore ha una capacità fotografica molto avanzata, ma questo smartphone dispone di altre funzionalità molto importanti come l’HDR automatico, l’Hypelapse, l’avvio rapido (ora con il tasto di accensione) e il posizionamento del tasto di scatto nel punto in cui si vuole.

Una novità è il Bixby Vision per il riconoscimento degli oggetti nelle foto, gli effetti in tempo reale, supporta anche la registrazione di video in Full HD (e con HDR attivo). 

Lo schermo è un 6,3 pollici con risoluzione FHD+ (1080 x 2340 pixel), realizzato con tecnologia SuperAMOLED, il display ha un rapporto di forma 18.5:9, lo schermo è curvo ai lati, presenta colori piuttosto eccentrici. Questo smartphone presenta la tecnologia Always-On Display che consente di avere informazioni sulle notifiche anche a telefono bloccato.

Il software è Android 9.0, è possibile attivare il nuovo drawer scorrendo la home e anche attivare la nuova Bixby Home a sinistra della home. Oltre al multiwindows, interessanti sono anche le nuove notifiche pop-up, mentre sul versante della sicurezza vi sono tre modalità di sblocco biometrico: l’iride, più sicuro, ma forse il meno preciso, il volto, il più rapido ma meno sicuro e infine l’impronta digitale, che nonostante abbia una posizione non perfetta risulta più precisa come modalità di sblocco.

Realme 5 Pro

Uno tra i migliori smartphone sotto i 300 euro che si avvicina ai 6 pollici è dotato del processore più potente al momento in circolazione sul mercato, ovvero dello Snapdragon 712AIE octa core fino a 2,3 GHz, con GPU Adreno 616 e associato a 4 GB di RAM. La memoria interna di questo smartphone è da 128 GB ed è espandibile utilizzando una microSD, le sue performance sono ottimali, la connettività LTE arriva fino a 450 Mbps, vi sono poi Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0 e anche NFC.

La quadrupla fotocamera principale è di 48 Mp + 8 Mp + 2 Mp + 2 Mp con sensori  1/2 ” + 1/4 ” + 1/5 ” + 1/5 “.  Ha lo stabilizzatore ottico dell’immagine, doppio led flash a doppia tonalità e il laser autofocus, i video arrivano fino ad una risoluzione di 4K con la possibilità di registrare l’audio in modalità 3D. Altre caratteristiche importanti di questo smartphone sono le modalità di scatto HTC Zoe, l’HDR Automatico, la modalità manuale, lo slow motion (720p 120 fps) e l’Hyperlapse.

Il suo display è da 6,3 pollici in risoluzione Full HD+ (1080 x 2340 pixel). La tecnologia utilizzata è la Super LCD 5 che offre colori e luminosità ottimali. Ha poi inserito anche uno schermo secondario da 2,05 pollici con risoluzione di 1040 x 160 pixel. In questo schermo vengono mostrate le notifiche, e tutti i dati preferiti come contatti, app, calendario.

Dispone di una versione Android semi stock, aggiornato in questo caso alla versione 9.

OnePlus 6T

OnePlus 6T ha un processore Qualcomm Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz, processore grafico Adreno 630 e ben 6 GB di RAM, la memoria interna arriva a 128 GB, con la possibilità di espanderla tramite una microSD.

La connettività LTE arriva fino a 600 Mbps, poi vi sono il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac con supporto alle reti a 5 GHz, il Bluetooth 4.2 e il chip NFC, non vi è invece il lettore di impronte digitali.

Ha una doppia fotocamera da 16 Mp + 20 Mp ƒ/1.7 con led flash, non offre molte funzionalità software ma le foto risultano comunque ottimali, anche la fotocamera frontale da 16 megapixel, sempre ƒ/2.0 e anch’essa con led flash, è molto buona e inoltre è presente la stabilizzazione ottica dell’immagine, mentre i video in 4k sono di un’ottima qualità.

Ha un grande display da ben 6.41 pollici, con risoluzione di 1080 x 2312 pixel, ha una buona luminosità, mentre Android 9.0 preinstallato ha la classica personalizzazione.

Redmi note 8 pro

Xiaomi redmi note 8 pro ha un processore MediaTek Helio G90T da 2,27 GHz con GPU Mali G76 e ben 6 GB di RAM, vi sono 64 GB di memoria interna espandibile utilizzando una microSD. Connettività LTE, sono presenti poi il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5 e anche NFC. Led di notifica, lettore di impronte digitali i tasti retroilluminanti.

La quadrupla fotocamera principale ha una risoluzione di ben 64 Mp + 8 Mp + 2 Mp + 2 Mp, dispone di led flash, di un laser autofocus e anche dello stabilizzatore ottico dell’immagine. Tra le modalità di scatto, vi è l’HDR automatico, l’HDR Pro (ovvero “manuale”), la modalità manuale, le GIF animate o i video in slow motion. È possibile registrare video fino in 4K a 30 fps, ma purtroppo non è presente la messa a fuoco continua durante i video, ma importante è invece la stabilizzazione ottica dell’immagine, è inoltre anche buona la fotocamera frontale da 8 Mp.

Il display da 6,5 pollici IPS con risoluzione Full HD+ 1080 x 2240 pixel è uno dei migliori display per luminosità, contrasto e angoli di visione; il software è Android 9.0, è inoltre disponibile la modalità ad una mano.

Motorola One Zoom

Motorola One Zoomè uno smartphone dual sim con processore Snapdragon 675 Qualcomm octa core da 2 GHz con GPU Adreno 612 e ben 4 GB di RAM, la memoria interna è da ben 128 GB. Per quanto riguarda la connettività, LTE, Wi-Fi a/b/g/n/ac e Bluetooth 5.0. Questo smartphone ha un piccolo led di notifica, oltre al giroscopio.

La quadrupla fotocamera principale è da 48 Mp + 8 Mp + 16 Mp + 5 Mp, mentre la quella anteriore è da 25 Mp, le foto sono nel complesso molto buone, e piuttosto nitide. Con questo smartphone è possibile usare una modalità manuale per i video e l’HDR. I video sono in 4K 30fps.

La peculiarità più importante è il suo display oled da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+, ovvero 2160 x 1080 pixel. All’interno di questo Honor 10 troviamo Android 8.0. Tra le altre funzionalità vi è il multiwindows, la modalità ad una mano.